7 ottobre 2021

Vieri, Adani, Cassano e Ventola, fenomeno Bobo TV

Quattro «moschettieri» del pallone e della risata. Quattro calciatori che sono prima di tutto amici (che fanno anche le vacanze insieme) e che hanno invitato nel salotto di casa propria, allestito sul palco dell’Auditorium Santa Chiara di Trento, il folto pubblico del Festival dello Sport. Per un’ora e 45 minuti di risate, gag, prese in giro, goliardia pura, intorno al mondo del pallone, in stile «Amici miei». Il commentatore Daniele-Lele Adani, l’autoironico Nicola Ventola, il monumentale Bobo Vieri (mattatore di Bobo Tv sulla piattaforma Twitch), un incontenibile Antonio Cassano. Una serata di puro divertimento per gli sportivi e non, tra battute e curiosità sul calcio italiano e internazionale.

Chiacchiere in libertà, scanzonate. Come in uno spogliatoio tra amici. O in salotto, mentre si guarda insieme una partita di calcio. Tra aneddoti e risate. Per una serata in cui il calcio ha regalato allegria e goliardia, come in una sit-com. L’autoironia di Ventola, spalla perfetta per le battute e le entrate politicamente scorrette di Cassano e Vieri: 14 operazioni, di cui 9 al ginocchio a minarne la carriera, rievocate con il sorriso.

Cassano irrefrenabile. Battute a raffica per il fenomeno di Bari vecchia: «Perché ho lasciato il Verona appena arrivato? Ma pesavo 110 kg, più di Vieri… Come facevo a correre?». E ancora: «Tapiri? Ne ho ricevuti 21! Non fate le cavolate che ho fatto io. Io ho giocato per divertirmi. Ma voi non siete fenomeni come me… Odio i giocatori che mangiano l’insalatina… Ammiro quelli che ogni tanto mandano a quel paese qualcuno». Tanti aneddoti: quella volta in cui Cassano fece ricorso a una squalifica di tre giornate, alla Roma, e ne rimediò sei. O quella volta in cui costrinse i compagni Beckham, Zidane e Ronaldo a cercare sul terreno di allenamento l’orecchino che aveva perso. «In Italia se non vinci non sei bravo – la filosofia di Cassano – e a me piacciono i giocatori di qualità, non i bomber.

Quindi Benzema, Lewandowski, Higuain più di Immobile o Inzaghi, per capirci». Adani, con il piglio del commentatore di vaglia ha fatto gli affondi più tecnici su nazionale, serie A, singoli giocatori. Bobo Vieri il conduttore di quella che si è trasformata in una specie di trasmissione televisiva portata a teatro. E il pubblico ha gradito. Per Adani l’allenatore sarà sempre un uomo solo. Ventola ha il suo Pantheon: Ronaldo, Chiesa e Panucci i più forti con cui ha giocato. Per Adani Enrico Chiesa e Rui Costa, ma anche il dimenticato Stephane Dalmat. Zidane, Ibrahimovich e Totti il terzetto dei campioni per Cassano. Sorprese per questo campionato: per Vieri e Ventola la Roma. Per Adani il Milan. Cassano punta sul Napoli. Lucca del Pisa e Tommaso mancini del Vicenza, squadre di serie B, i prospetti più interessanti per tutti i protagonisti della serata.


di Daniele Benfanti