7 ottobre 2021

Far correre insieme lo sport trentino

Stamane a Trento l’inaugurazione della nuova pista outdoor del campo di atletica leggera “Covi e Postal”

Stamane a Trento si è tenuta l’inaugurazione della nuova pista outdoor del campo di atletica leggera “Covi e Postal”, impianto gestito dall'ASIS, Azienda Speciale per la gestione degli Impianti Sportivi del Comune. Grazie al nuovo manto, la pista ha ottenuto l’omologazione da parte della Federazione italiana di atletica leggera, valida per quattordici anni. Alla cerimonia era presente anche l'assessore provinciale all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo, che ha ricordato come l'intervento sia frutto dell'accordo di programma siglato nel 2007 fra Provincia, che ha finanziato l'opera, e il Comune di Trento. L'orizzonte è quello di un territorio che guarda allo sport e ai giovani, ne sono esempio i tanti impianti sportivi che vengono inaugurati costantemente in tutto la provincia, con l'obiettivo di far correre insieme lo sport trentino.

Al tradizionale taglio del nastro, nella cornice del Festival dello Sport, sono intervenuti, accanto alle autorità comunali, provinciali e del CONI trentino, anche il presidente nazionale del CONI Giovanni Malagò e il presidente della Federazione italiana di atletica leggera Stefano Mei. Entrambi hanno espresso particolare apprezzamento per l’attenzione delle istituzioni trentine alla pratica sportiva, tradotta anche nella disponibilità di impianti e strutture come la pista outdoor appena inaugurata a Trento.
“Ancora una volta mi avete sorpreso”, ha detto il presidente Malagò. “Siamo molto orgogliosi perché siamo convinti che da questi impianti potranno uscire campioni come quelli che hanno trionfato recentemente a Tokyo. Grazie a queste strutture i giovani hanno l’opportunità di realizzarsi nello sport, nell’atletica come in altre discipline”.
“C’è territorio e territorio”, ha detto il presidente Mei. “La vostra provincia è sicuramente all’avanguardia; ci sono molte società attive in molte discipline sportive e questa comunità può essere d’esempio per il resto del Paese.”
All’evento ha preso parte anche un gruppo di studenti presenti al campo “Covi e Postal” che ha dialogato con i vertici del CONI chiedendo in particolare al presidente Mei di condividere il proprio vissuto sportivo. L’inaugurazione ha visto anche un momento di raccoglimento, con la benedizione della rinnovata pista da parte di don Daniele Laghi.


di Arianna Tamburini